Skip to main content

Come scrivere contenuti SEO in 7 passi

17 / 03 / 2020
SEO , Agenzia SEO , Consulente seo Brescia
Donato Pagnotto | Consulente SEO Specialist


Come scrivete contenuti SEO informativi, divertenti, autorevoli che pubblicizzino i tuoi prodotti? Inoltre come invitare il lettore a sportarsi attraverso un funnel di vendita o di conversione al fine di fargli eseguire l'azione preposta dalla tua pagina web?

Creare una buona pagina con un bel contenuto può essere una delle parti più difficili del lavoro di uno specialista digital marketing. Anche se i tuoi contenuti SEO si posizioneranno bene nei motori di ricerca, non vi è alcuna garanzia che poi possano convincere un lettore a completare un acquisto, a registrarsi via email, a compilare un modulo di contatto o qualunque azione tu voglia misurare.

La buona notizia è che abbiamo escogitato una strategia in 7 passaggi per scrivere contenuti SEO che piacciono al tuo pubblico, per scoprire quali parole chiave devi usare per scrivere i giusti contenuti e come puoi creare i tuoi articoli per incrementare le vendite.


Per scrivere buoni contenuti SEO diventa strategico

Una delle parti più difficili della scrittura di buoni contenuti SEO è capire da dove cominciare. Puoi iniziare semplicemente scrivendo, capendo cosa vuoi dire mentre vai. Ma allora come fai a sapere se i tuoi messaggi colpiranno il tuo pubblico? O se le persone stiano addirittura cercando quel tipo di contenuto?

Come ormai è asserito dalla saggezza aziendale, "se non si pianifica, si prevede il fallimento". Quindi, il primo passo nello scrivere il tuo nuovo contenuto è pianificare.


1. Traccia le conversazioni

Inizia trovando ciò che le persone condividono e collegano. Insomma quello che le persone stanno cercando e a cui il tuo contenuto possa dare una risposta.

Le persone condividono continuamente i contenuti che ritengono utili, divertenti, informativi o tutti e tre. Imparare ciò che è attualmente condiviso ti darà un'idea di ciò che risuona con i tuoi potenziali clienti. Puoi sbirciare come fanno i tuoi competitor, o cercare sui social le persone che ritieni nel tuo target. Cerca prodotti simili ai tuoi e sfruttare Google per fiutare le query o keyword maggiormente richieste. Ancora, puoi cercare i tuoi prodotti o il tuo sito web attraverso le pagine dei social media per vedere quanto siano state condivise tramite le varie piattaforme.

Tuttavia, le azioni non raccontano l'intera storia. Devi anche sintonizzarti sulle conversazioni che le persone intrattengono online. La nuova funzionalità del dashboard di Twitter, i feed personalizzati, sono strumenti davvero utile per questo scopo. Riceverai già una notifica da Twitter ogni volta che qualcuno menziona il tuo @nomeutente Twitter. Il tuo feed personalizzato ti consente di tracciare le menzioni per eventuali parole, frasi o hashtag rilevanti per il tuo marketing di contenuti SEO. Quindi, possiamo imparare cosa dicono le persone sulle loro esigenze e personalizzare la nostra messaggistica per soddisfare tali esigenze.

Infine, imposta un Alert Google per la tua azienda, prodotto e/o settore. Come suggerisce il nome, Google Alert ti invierà notifiche con articoli o pagine che menzionano la tua parola chiave. Questo è ottimo anche per la gestione del marchio e della reputazione.


2. Mettiti di fronte al tuo pubblico

La seconda parte della pianificazione dei tuoi contenuti SEO è assicurarti di costruirli attorno a parole e frasi che le persone stanno effettivamente utilizzando per trovare informazioni sul tuo argomento. Ciò significa che il nostro lettore ricerca su Google per parole chiave (o query). Inizia raccogliendo informazioni dal tuo account Google Search Console per trovare le parole chiave di maggior successo - parole chiave che attualmente si posizionano bene e/o ricevono il maggior numero di clic.


Analisi di ricerca di Google Search Console

Il Controllo SERP (monitoraggio quotidiano del posizionamento per keyword) ti aiuterà a determinare quale delle tue parole chiave ottiene un volume di ricerca sufficiente a stimolare il tuo targeting di clientela. Analizza i tuoi concorrenti in modo da poter trovare dove puoi essere migliore di loro e identifica eventuali lacune nella loro strategia di parole chiave che puoi sfruttare.

Una volta che monitori l'elenco dei tuoi risultati, ci sono molti buoni strumenti gratuiti che puoi usare per trovare più idee per le parole chiave da indirizzare.


3. Segmenta il tuo pubblico

Un messaggio non può essere efficace per tutti i tuoi potenziali clienti. Crea quindi contenuti SEO che diano messaggi diversi, ognuno rivolto a un diverso pubblico (noto anche come personalità di marketing). Segmenta i modelli di personalità dei tuoi ipotetici clienti. Questo permetterà di rappresentare chi è interessato alla tua attività rispettando i diversi modi in cui utilizzeranno i tuoi contenuti pubblicati.

I tuoi dati analitici e di vendita sono fondamentali in questo processo. Quando costruisci i tuoi segmenti di pubblico, inizia con l'età e il sesso, quindi diventa più granulare, creando nuovi segmenti in cui trovare eventuali divergenze nelle categorie di interessi che potrebbero essere rilevanti per la tua attività.

Per raccogliere dati pertinenti che non siano registrati nelle tue analisi, sollecita interviste con i clienti o acquisisci dati tramite moduli sul tuo sito web. A seconda del tipo di attività (b2b vs. b2c, ad esempio) alcune informazioni da raccogliere potrebbero essere:

  • Titolo di studio, e lavoro
  • Posizione
  • Privato o settore commerciale o Industriale
  • Dimensioni dell'azienda
  • Interessi e Hobby

Utilizzando queste informazioni, progetta i tuoi contenuti SEO per enfatizzare funzionalità, vantaggi e usi che saranno più pertinenti e motivanti per ciascun profilo.


Fase due per scrivere contenuti SEO: Esegui il tuo piano


4. Rendilo facile e veloce

Mantenere gli utenti coinvolti con i tuoi contenuti SEO è fondamentale per convertirli nella tua pagina. Uno dei modi migliori per tenere sintonizzati gli utenti sui tuoi contenuti è quello di mantenerli brevi: uno studio ha scoperto che inizi a perdere lettori dopo sette minuti. Aggiungete il fatto che la maggior parte delle persone non legge completamente i contenuti online - il 79% delle persone esegue una lettura veloce e seleziona singole parole e frasi - e inizia a diventare piuttosto impegnativo creare contenuti che siano divertenti, istruttivi e convincano le persone a convertirli in probabili acquirenti il tutto nello stesso tempo.

Qual è il modo ideale per affrontare tutto questo? Fare una lista o elenco. Molte persone lamentano gli elenchi come clickbait eccessivamente semplificati, ma il fatto è che funzionano. E c'è un motivo per cui funzionano così bene: facilitano l'elaborazione e la conservazione di nuove informazioni da parte del nostro cervello.

Gli elenchi aiutano anche a ridurre il lavoro mentale richiesto ai lettori per capire cosa stanno leggendo.

Questo è ciò che rende gli elenchi così efficaci: trasmettono informazioni vitali in una serie di brevi frammenti che non richiedono molta interpretazione.

Anche le liste numerate funzionano molto bene dal punto di vista SEO (come l'esempio di questa pagina appunto). Le liste numerate infatti hanno contenuti altamente strutturati che i motori di ricerca possono interpretare facilmente, hanno molte opportunità di utilizzare parole chiave in titoli e sottotitoli e tag del titolo come "10 passi per migliorare il tuo SEO" attireranno un elevato tasso di visitatori (CTR).


5. Rendilo bello

Quando si tratta di content marketing, il design può essere importante tanto quanto il contenuto reale.

Quando progetti gli elementi visivi, rendili colorati. Le persone hanno l'80% in più di probabilità di leggere i tuoi contenuti se hanno elementi visivi colorati. Inoltre, quando le informazioni sono associate a un'immagine pertinente, le persone ricordano il 65% di tali informazioni tre giorni dopo. Senza immagini, la conservazione scende al 10%.

Illustrazioni, schermate e fotografie sono anche un'opportunità per mostrare il tuo prodotto o servizio. Usali per mostrare il tuo prodotto in azione o per creare una rappresentazione visiva dei benefici che i clienti traggono dal suo utilizzo o dall'obiettivo che li aiuterà a raggiungere. Evita solo le immagini stock viste e riviste. Le immagini personalizzate possono aumentare il tasso di conversione del 35% o più.


6. Crea un legame emotivo

Alla gente piace pensare di essere creature razionali. Lasciamoglielo credere anche quando si tratta di decidere quale prodotto acquistare. Ciò che ispira davvero qualcuno ad effettuare un acquisto è una connessione emotiva con il prodotto. Contenuti davvero efficaci creano quel legame emotivo con il lettore. Il lettore quindi sviluppa una emozione che lo collega al prodotto o al servizio che stai offrendo.

Le persone che hai coinvolto in precedenza saranno davvero importanti in questo passaggio. Più conosci i tuoi clienti, migliore è la possibilità di personalizzare i tuoi messaggi per connetterti con loro. Quali problemi potrebbero avere al fine che il tuo prodotto possa risolverli? In che modo il tuo servizio li aiuterebbe a raggiungere un obiettivo o dare maggior valore alla loro esperienza? Spiega in che modo la tua azienda contribuirà al successo, renderà le loro vite più facili o, in generale, le renderà felici.

Dai ai visitatori una piccola spinta in più creando un senso di urgenza. Più un cliente è rilassato, meno è probabile che si muova attraverso il processo di conversione.

È possibile creare urgenza in due modi:

  • Sottolinea che necessitano subito del vantaggio del tuo prodotto. Puoi utilizzare la ricerca per parole chiave per trovare e indirizzare gli utenti in-market che hanno maggiori probabilità di acquistare, oppure puoi utilizzare un’urgenza per spingerli a convertirli nella tua pagina. Usa confronti, analogie e metafore per dimostrare che stanno perdendo tempo inutilmente o l'idea di una vita migliore non acquistando il tuo prodotto il più rapidamente possibile.
  • Usa le offerte speciali che scadono rapidamente per convincere le persone a passare all'azione. Se le persone pensano che un'offerta speciale durerà per sempre, si prenderanno del tempo per ricercare i tuoi concorrenti e ragionare se abbiano davvero bisogno del vostro servizio o addirittura di quello dei tuoi competitor.

Non puoi controllare la comodità fisica dei tuoi utenti seduti dietro i loro computer, ma puoi farli sentire a disagio nell'attesa e magari perdere un buon affare.


7. Crea fiducia

La fiducia è parte integrante del convincere qualcuno ad acquistare un prodotto da te; è ovvio. Ma come costruisci la fiducia? Uno dei modi più efficaci per farlo è quello di includere recensioni e altre prove sociali. Gli studi dimostrano che tre quarti dei consumatori esaminano le recensioni dei prodotti prima di effettuare un acquisto e che le recensioni online siano ormai considerate affidabili come una raccomandazione personale. Se hai un sito di e-commerce, le recensioni dei prodotti sono assolutamente vitali: avere una sola recensione da parte dei clienti sulla pagina di un prodotto aumenta le vendite del 10%. Se non hai prodotti da recensire, utilizza le testimonianze dei clienti che hanno utilizzato il tuo servizio, evidenziando i vantaggi che derivano dalla tua attività.

Il content marketing e il SEO sono una grande opportunità per te per creare un altro tipo di fiducia posizionando la tua azienda come leader di pensiero. Usa i tuoi contenuti per guidare i lettori attraverso il processo decisionale. Questo risale al quarto punto: più puoi ridurre il carico mentale di ricerca e valutazione per i clienti dicendo loro cosa devono sapere sul settore nel suo insieme, più si fideranno dei prodotti / servizi della tua azienda. Rendere le decisioni più facili per i clienti migliora le nuove vendite e la fidelizzazione dei clienti.

Questo tipo di contenuto è ottimo anche per la SEO, poiché è generalmente approfondito, autorevole e attira molti link. Dedica un po’ di tempo in più alle tue guide agli acquisti per creare contenuti sempre freschi.


Non smettere mai di testare

Naturalmente, poiché si tratta di marketing digitale, il passaggio finale di ogni processo è testare, ottimizzare, testare e ottimizzare di nuovo. Il panorama del settore è in continua evoluzione, quindi anche il tuo marketing deve farlo. La tua strategia di contenuti deve anche tenere il passo con le mutevoli esigenze e aspettative dei clienti. Tieni traccia di quali messaggi generano più conversioni: al tuo pubblico interessa di più il prezzo o la qualità? Quali sono le caratteristiche che parlano di più? Ci sono parole o frasi particolari che funzionano meglio di altre?

Dovresti anche sperimentare varie forme di media e piattaforme: per esempio avvia un canale YouTube e crea video che mostrino le tue storie di successo. Puoi provare anche l'efficacia di canali diversi: la ricerca organica è generalmente considerata la più efficace, ma il traffico dei social media si converte abbastanza per far valere il tuo tempo? Che dire degli annunci a pagamento sui motori di ricerca? Tieni traccia e concentrati sul contenuto e sul canale con i migliori tassi di conversione.

Donato Pagnotto | Consulente SEO Specialist